AERMOD e' il modello di dispersione preferito dell'US-EPA ed e' usato in tutto il modo a scopo regolamentatorio per la valutazione dell'impatto sulla qualita' dell'aria di molte tipologie di sorgenti di emissione in atmosfera.

Il 24 aprile 2018 l'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente degli Stati Uniti (US-EPA) ha annunaciato alcune revisioni ad AERMOD finalizzate a risolvere alcuni bugs e ad introdurre delle modifiche.

Queste revisioni portano ad un aggiornamento di AERMOD, dalla versione 16216r alla versione 18081.

Le principali correzioni o modifiche introdotte in AERMOD 18081 includono:

  • La correzione di un errore nell'algoritmo PRIME downwash.
  • La possibilita' di utilizzare Urban SO2 half life per applicazioni non-default.
  • La modifica a POSTFILE che consente di ottenere risultati per i singoli anni anche per simulazioni che interessano piu' anni.
  • L'aggiunta di una tabella di riepilogo in aermod.out per i parametri delle Buoyant Line Source Parameters.
  • La correzione di un errore nelle assegnazioni stagionali per il calcolo della resistenza cuticolare per l'ozono.
  • La modifica ai messaggi di attenzione o errore per ARM2.
  • La correzione di un errore nel Background Sectors Output.
  • La correzione di un bug per evitare cicli infiniti quando il file meteorologico superficiale e' vuoto.
  • L'estensione di ARM2 per applicazioni a buoyant line sources.
  • L'aggiunta della possibilita' di utilizzare nomi qualsiasi per i file di input (aermod.inp) e di output (aermod.out).
  • La rimozione delle opzioni BETA LOWWIND1, LOWWIND2, LOWWIND3 e l'aggiunta dell'opzione ALPHA LOW_WIND.
  • L'Ambient Ratio Method (ARM) e' stato rimpiazzato con ARM2.

AERSCREEN, il modello di screening raccomandato per terreno semplice e complesso per sorgenti singole con opzione multisorgente basato su AERMOD e' invece ancora basato sulla versione 16216r di AERMOD.